Sindrome da bug, quando l’aggiornamento diventa peggiorativo

blug-bug-report-marco-maso

Vi siete mai trovati ad aggiornare il vostro smartphone, o anche solo un’app per il vostro dispositivo e aver paura che l’aggiornamento possa rallentarlo o limitarlo?
A me è capitato con l’aggiornamento software del mio iPad e stessa cosa per iPhone, aggiornamenti che avrebbero dovuto migliorare le prestazioni del dispositivo e che in realtà le hanno peggiorate.

Eppure stiamo parlando di un mercato costituito in maggior parte da realtà importanti e con fatturati incredibili: Apple, Samsung, Microsoft eppure? Continuiamo ad aggiornare software tutti i giorni per cercare di risolvere bug per poi vederne aprire altri.
In teoria gli aggiornamenti dovrebbero migliorare i prodotti con questi update ma… L’esperienza ci ha dimostrato che non sempre è così.

Ormai la maggior parte dei dispositivi in commercio contengono bug che vengono corretti (quando va bene) con il passare del tempo.
La verità è che ci troviamo davanti ad un mercato che va troppo di fretta e che ha perso di vista la qualità del prodotto e il vero significato della parola innovazione.

Anche nel settore tecnologico sembra avere la meglio la filosofia del “ce l’ho più lungo” e ce ne accorgiamo quando i grandi brand più che idee, propongono hardware più potenti, display più grandi e processori più performanti, solo per essere superiori alla concorrenza.
In questo continuo rincorrersi a ritmi frenetici, ne fa le spese l’utente finale, che, da una parte ha metabolizzato gli aggiornamenti come atto normale e consueto e dall’altra però inizia a diffidare dell’azienda e sulla bontà del prodotto o servizio offerto.

Non siamo ancora a livelli di allarme, smartphone e tablet si vendono come il pane e sono ancora pochi gli utenti che si lamentano, ma la situazione diventerà presto diversa se le grandi case non rallenteranno la loro corsa a voler dominare i mercati.

Alcuni casi eclatanti di bug?
Samsung Galaxy S4 appena uscito e già presenta problemi di sfarfallio del monitor (leggi l’articolo)

Microsoft Surface, dove il sistema operativo occupa quasi la metà dello spazio disponibile sul dispositivo (leggi l’articolo)

I problemi dell’iPhone 5, il miglior iPhone di sempre… (leggi l’articolo)
La lista sarebbe davvero lunga…

Bisogna rallentare questa folle corsa all’aggiornamento e tornare a parlare di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *